Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Dorainpoi

Dorainpoi

costume e libero pensiero


Kate, stessa corona, stesso anello. Ma non è Diana

Pubblicato da Dorainpoi su 10 Dicembre 2016, 11:41am

Tags: #Lady Diana, #diamanti, #tiara,, #Kate, #William,, #anello, #William, #duchessa, #Spencer, #zaffiro, #Cambridge, #principessa, #Jecca, #Craig, #Federica, #Brunini, #regina, #Galles

Kate, stessa corona, stesso anello. Ma non è DianaKate, stessa corona, stesso anello. Ma non è DianaKate, stessa corona, stesso anello. Ma non è Diana

Una bionda, eterea, magnetica, ingenua. L'altra bruna, determinata, ambiziosa, consapevole. Una fragile, l'altra forte. Come si fa a cadere nell'errore di paragonare kate Middleton a Diana Spencer? Come l'abito non fa il monaco, così i gioielli non fanno la principessa. E' vero che la duchessa di Cambridge porta la stessa tiara di diamanti e perle e lo stesso anello con lo zaffiro che furono di lady D, ma non è Diana. D'altronde, è proprio questa evidente diversità che ha spinto William tra le braccia di Kate, una ricca commoner con un sogno nel cassetto: sposare il figlio di Carlo d'Inghilterra.

Dunque, una ragazza che sa quello che vuole. Secondo Federica Brunini, autrice del libro Sarò regina (edizioni Sonzogno), lady Catherine "è una "tosta" e solida, mai in balia delle emozioni e delle insicurezze". Praticamente, il contrario di sua suocera, con un forte senso dell'identità e un'istruzione universitaria che alla principessa del Galles mancava. La sua adolescenza è stata caratterizzata da una sana ambizione unita a un serio realismo. E' così che il poster di William, che aveva appeso nella sua stanzetta, si è materializzato. Insomma, diverse e distanti. A unirle sono l'amore per William e la presa sulla gente comune.

Per il resto, Kate ama Balmoral, va a caccia e, pur essendo allergica ai cavalli, accompagna il marito alle partite di polo. Diana, invece, odiava la tenuta reale scozzese (la trovava fredda e inospitale), era un'animalista e partecipava controvoglia ai tornei di polo. Se tutto questo non basta per smontare la tesi dei media sulle convergenze tra le due Windsor acquisite, aggiungiamo che il matrimonio di lady D era, come lei stessa lo definiva, un po' affollato. Quello di lady C non ha ingombri dal passato. La stessa Jecca Craig, amore adolescenziale dell'erede al trono, non è più un problema. E' blindato nel dimenticatoio. Insomma, il sorriso timido della regina di cuori è lontano anni luce dall'espressione fiera della futura regina degli inglesi, dalla quale non ci aspetteremo isterismi, colpi di testa, nè scandali. La waitie Katy (Kate la paziente) deli tempi del fidanzamento ha lasciato il posto alla lazy Katy (Kate la pigra) del periodo post partum, in cui si è fermamente rifiutata, sembra per contratto, di partecipare a impegni ufficiali. E, presto, saprà individuare anche l'acconciatura giusta per la tiara che a Diana dava regalità e naturalezza, mentre a lei ancora non dà il giusto risalto. Tempo al tempo. Basta solo... "waiting".

Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti